A cena a Pincara, ormai “di casa”

Oltre un centinaio di persone hanno cenato con noi a Pincara, alla tensostruttura in località Gambaro, ancora una volta a sostegno di Emergency.

E’ ormai il terzo anno che realizziamo a Pincara questa iniziativa, non certo perché siamo abitudinari. Semmai perché qui, da tre anni, ci sentiamo accolti e sostenuti.  Come dire: “di casa”. I volontari locali che fanno funzionare la macchina organizzativa non sono semplici “braccia”, ma cuori appassionati che ci fanno sentire accolti con grande affetto. Ci emoziona anche quest’anno la partecipazione di molte attività commerciali locali (e non) che hanno contribuito in vario modo, un po’ come se tutta la comunità si attivasse per questo evento.

La cena è non solo un’importantissimo mezzo di raccolta fondi, ma anche un’occasione per sederci a tavola con i nostri amici e sostenitori, guardarci reciprocamente in faccia e conoscerci, e infine raccontare ciò che facciamo. Quest’anno a portare una testimonianza “dal fronte” è stata la nostra Paola Camignola, infermiera trevigiana con un’esperienza nello staff di Emergency in Afghanistan.

A tutti coloro che hanno partecipato, farà piacere sapere che abbiamo raccolto circa 1.948 euro, frutto sia delle quote di partecipazione che di donazioni libere. L’anno scorso erano stati raccolti 1.600 euro. Cosa è possibile fare con questi soldi? Abbiamo fatto un po’ di conti. Sono 22 giorni di cure al centro chirurgico di Kabul. Sono 16 settimane di servizio per un’ambulanza di Emergency in Afghanistan. Sono nuove protesi che consentiranno a 9 vittime di guerra irachene di tornare a camminare.

Come sempre il nostro grazie va agli organizzatori, che con il loro lavoro hanno consentito ancora una volta di mettere a tavola decine di persone in una serata. Un grazie speciale all’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra, che anche quest’anno ha raccolto un significativo contributo tra i propri associati, donandolo ad Emergency.

cena emergency 2016 - foto elisa fabianE, infine, anche quest’anno sono numerose le persone e le attività commerciali che hanno donato materiali per la serata. Non possiamo che ringraziare tutti, davvero di cuore. Grazie, dunque, ad Alimentari Stefania, Alimentari Toffanin “La bottega sotto casa”, Antiche Distillerie Mantovani di Pincara, Bar Acli di Tiziano Catozzo, Bar Arci Elisabet, L’Erbolario di Rovigo, Cartolibreria La Fatina, Farmacia di Pincara di Laura Tomascelli, Floricoltura Bovo di Rovigo, Fruttivendolo “Lucio” di Rovigo, macelleria Carlo Moreschi, Abbigliamento casalinghi e ferramenta di Agnese Schiersaro, Perle e Murrine di Rovigo (Centro commerciale La Fattoria), salone parrucchiera Caterina di Pincara, salone parrucchiera “Un’idea per la testa” di Chiara e Antonella a Rovigo, salone parrucchiera Sabrina di Pincara, salone parrucchiera di Silvia Raule a Villamarzana, stazione di servizio di Alfeno Caselli, tabaccheria di Guendalina Donegà, Unione Agricola Lendinarese di Pincara, Villa Momi’s e infine Mario Magon. Un grazie speciale all’amico e artista Giannino Ferlin, che ci sostiene da lungo tempo con la sua arte.

Le foto sono di Ferruccio Nibale, Paola Ferrari ed Elisa Fabian

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...